Sul Sentierone torna la Fiera dei librai

Sul Sentierone torna la Fiera dei librai

Dal 20 aprile al 1 maggio si rinnova a Bergamo il tradizionale appuntamento con la Fiera dei Librai, giunta quest'anno alla 53ª edizione. Il Sentierone, la via di passeggio nel cuore della città, per dodici giorni si trasforma in una grande libreria a cielo aperto, dove è possibile trovare oltre 50 mila titoli tra romanzi, saggi e volumi per ragazzi, e partecipare ai numerosi incontri con gli autori.

Ispirati dalla popolare citazione di Francis Bacon, filosofo, politico e giurista inglese (1561-1626), secondo cui «alcuni libri vanno assaggiati, altri inghiottiti, pochi masticati e digeriti» (Essays, 1597- 1625) - frase che caratterizza gli strumenti di comunicazione della Fiera - Promozioni Confesercenti insieme al Sindacato Italiano Librai (SIL) e alle librerie indipendenti aderenti a Li.Ber, presentano un'offerta libraria e una proposta culturale tra cui invitano a scegliere, in tutta libertà.

«Liberi di scegliere», infatti, è il motto e insieme l'augurio che gli organizzatori rivolgono ai visitatori della 53° edizione della Fiera dei Librai: libertà di guardare, cercare, scegliere e vivere l'emozione della lettura.

Patrocinata e sostenuta dal Comune di Bergamo, nell'anno della candidatura della città a Capitale Europea della cultura, e dall'Assessorato alla cultura Spettacolo e Tradizioni della Provincia di Bergamo, la Fiera rinnova per il secondo anno consecutivo la partnership con linibergamorete — University Social Network (16-28 aprile 2012), la «rete» di eventi proposti dall'università degli Studi di Bergamo, che porta in Fiera gli incontri con i DocentiAutori, docenti, ricercatori e giovani studiosi dell'università che sono anche autori e, in alcun casi, editori (www.unibergamorete.it).

«Organizzare la Fiera dei Librai è, ogni anno, un'esperienza unica - dichiara Cesare Rossi, direttore di Promozioni Confesercenti -. Il dietro le quinte è pieno di inconvenienti, preoccupazioni, “tabelle di marcia” non sempre rispettate o non rispettate come noi vorremmo, ma dal giorno dell'inaugurazione, come nelle favole e come per magia... la zucca si trasforma in carrozza! Ed eccoci allora qui, da ben 53 anni, ad aprire il grande sipario della fiera più antica d'italia. Con tanto orgoglio. Un particolare ringraziamento va alle Istituzioni, che non fanno mai mancare il loro importante contributo, e ai numerosi sponsor amici della Fiera, senza i quali non sarebbe possibile rinnovare ogni anno la nostra presenza». 

Allegati

blog comments powered by Disqus

ENTI DEL SISTEMA CONFESERCENTI