IN PARTENZA I NUOVI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DI IMPRESE IMPRESE E LAVORATORI

IN PARTENZA I NUOVI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DI IMPRESE IMPRESE E LAVORATORI

Al via una nuova fase di provvedimenti, indennizzi, contributi e bandi a supporto delle attività  colpite dal secondo lockdown. Di seguito vi proponiamo i contributi più significativi messi in campo dal Governo, dalla Regione Lombardia e dal Comune di Bergamo.

Vi invitiamo anche a tenere monitorate le iniziative di sostegno attivate anche dei singoli comuni del territorio bergamasco: molte amministrazioni stanno autonomamente e meritoriamente mettendo a disposizione contributi a fondo perduto per le attività economiche del territorio. Segnalatecele e saremo al vostro fianco nel caso aveste bisogno di aiuto per presentare la domanda.

 

CONTRIBUTI GOVERNO ITALIANO

DECRETO RISTORI-BIS

Soggetti beneficiari
Il c.d. “Decreto Ristori-bis” prevede una nuova serie di misure volte a sostenere le imprese colpite dall’emergenza COVID-19.

- è stato esteso ad altre attività il contributo a fondo perduto riconosciuto dal c.d. “Decreto Ristori” prevedendo inoltre l’incremento dello stesso del 50% per pasticcerie / gelaterie, bar e alberghi con domicilio fiscale / sede operativa nelle zone arancio e rosse, oggetto delle limitazioni previste dal recente DPCM emanato per il contenimento dell’emergenza.

Elenco “aggiornato” dal DL n. 149/2020 delle attività interessate dal contributo nell’allegato 1: CLICCA QUI

- è riconosciuto un “nuovo” contributo a fondo perduto a favore delle attività rientranti in specifici settori economici con domicilio fiscale / sede operativa nelle zone rosse che svolgono una delle attività elencate nell’allegato 2: CLICCA QUI

Requisiti necessari
Per beneficiare del contributo è necessario che il fatturato/corrispettivi aprile 2020 siano inferiore ai 2/3 del fatturato/corrispettivi aprile 2019

Contatti
Per informazioni rivolgersi alla propria consulente fiscale presso Confesercenti Bergamo


RISTORAZIONE 2020

Soggetti beneficiari
Attività di ristorazione che:

acquistano prodotti che valorizzano la materia prima del territorio

-     evitano sprechi alimentari

Questo contributo a fondo perduto spetta alle attività con codice il seguente codice Ateco:

-     55.10.00 Alberghi (limitatamente alle attività autorizzate alla somministrazione di cibo)

-     56.10.11 Ristorazione con somministrazione

-     56.10.12 Attività di ristorazione connesse alle aziende agricole

-     56.21.00 Catering per eventi, banqueting

-     56.29.10 Mense

-     56.29.20 Catering continuativo su base contrattuale

Requisiti necessari
Per beneficiare del contributo è necessario che il fatturato / corrispettivi medi del periodo marzo - giugno 2020 sia inferiore ai 3/4 del fatturato / corrispettivi medi del predetto periodo del 2019.
Tale condizione non riguarda i soggetti che hanno iniziato l’attività dall’1.1.2019, che possono richiedere il contributo a prescindere dal fatturato / corrispettivi.
L’acquisto dei predetti prodotti deve essere:

  • effettuato dopo il 14.8.2020

  • comprovato da idonea documentazione fiscale

Per accedere al contributo in esame, è necessario che:

  • il beneficiario acquisti almeno 3 diverse tipologie di prodotti agricoli / alimentari;

  • l’importo versato per il prodotto principale non sia superiore al 50% della spesa totale.

Per accedere al beneficio il soggetto interessato deve registrarsi al c.d.“Portale della ristorazione”, ossia la piattaforma web messa a disposizione dal concessionario (Poste Italiane spa) per la gestione delle domande.
La domanda va corredata dalla:

  • copia del versamento “dell’importo di adesione all’iniziativa di sostegno”

  • autocertificazione attestante l’ammontare la diminuzione del fatturato ovvero che il soggetto beneficiario ha avviato l’attività a decorrere dall’1.1.2019 e la mancata presentazione della domanda relativa al contributo a fondo perduto riconosciuto agli esercenti nei centri storici con significativo afflusso di turisti stranieri

  • documentazione fiscale relativa all’effettivo acquisto / consegna, dopo il 14.8.2020, dei predetti prodotti di filiere agricole / alimentari anche non quietanzata

Presentazione della domanda
La domanda può essere presentata dal 15/11 al 28/11/2020,

Contatti
Per informazioni: dott. Diego Mazzoleni 035.4207161


CONTRIBUTO PER ATTIVITA’ ECONOMICHE NEI CENTRI STORICO TURISTICI

Soggetti beneficiari
Questo contributo a fondo perduto è destinato ai soggetti economici esercenti attività di vendita di beni o servizi al pubblico, svolte nei centri storici (zone A o equivalenti) dei comuni capoluogo di provincia o di città metropolitana ad alta presenza di turisti straniera.

Requisiti necessari
Per richiedere il ristoro è necessario:

- avere la partita IVA attiva alla data di presentazione dell’istanza
- avere il domicilio fiscale o la sede operativa nel centro storico delle città indicate nell’elenco
- possedere almeno uno tra i seguenti requisiti:

o ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di giugno 2020 inferiore ai due terzi dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del medesimo periodo del 2019 o inizio dell’attività in almeno uno degli esercizi situati nelle zone A o equipollenti dei predetti comuni a partire dal 1 luglio 2019.

L’ammontare del contributo spettante è determinato applicando alla differenza tra l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di giugno 2020 e l’analogo ammontare del mese di giugno 2019 come segue:

- 15%, se i ricavi e i compensi nell’anno 2019 sono inferiori a 400.000 euro
- 10%, se i ricavi e i compensi nell’anno 2019 sono compresi tra 400.000 euro e 1.000.000 di euro;
- 5%, se i ricavi e i compensi nell’anno 2019 sono superiori a 1.000.000

Il contributo è comunque riconosciuto per un importo non inferiore a 1.000 euro per le persone fisiche e a 2.000 euro per i soggetti diversi dalle persone fisiche

Presentazione della domanda
La richiesta del contributo avviene mediante presentazione dell’apposita istanza debitamente compilata a partire dal 18 novembre 2020 fino al 14 gennaio 2021.

Contatti
Per informazioni rivolgersi alla propria consulente fiscale presso Confesercenti Bergamo

 

CONTRIBUTI REGIONE LOMBARDIA

SI! LOMBARDIA

Soggetti beneficiari
Contributi a fondo perduto a favore delle microimprese (indennizzo da 1.000 fino a 2.000 euro per impresa) e per i lavoratori autonomi con partita IVA individuale (indennizzo di 1.000 euro) non iscritti al registro delle imprese, operanti in Lombardia.

Le domande, da presentare online, sono previste per le:

1) microimprese dal 23-26 novembre (con pagamento del dovuto entro il 31 dicembre);
2) partite IVA individuali dall’11-15 gennaio (con pagamento entro il 24 gennaio).

Requisiti necessari
Condizioni per accedere al contributo:

  • calo di fatturato di almeno un terzo da misurare sul periodo marzo-ottobre 2020, confrontato con il medesimo periodo marzo-ottobre 2019; tale requisito non è richiesto né alle imprese costituite dal 1° gennaio 2019

  • avere come codice ateco primario uno tra quelli indicati nell’allegato A: CLICCA QUI

Presentazione della domanda
Le domande di contributo per entrambi gli Avvisi dovranno pervenire esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale, attraverso la Piattaforma Bandi Online di Regione Lombardia

Contatti
Per informazioni rivolgersi alla propria consulente fiscale presso Confesercenti Bergamo


BANDI COMUNE DI BERGAMO

BANDO ANGUISSOLA

Soggetti beneficiari
Possono partecipare al presente bando esclusivamente i liberi professionisti, i lavoratori autonomi con partita IVA, gli studi professionali, gli studi associati, le società di professionisti, le società tra avvocati e le cooperative di servizio aventi sede nella città di Bergamo. Il bando è aperto anche a persone fisiche che intendono costituire una P.IVA ed avviare un’attività in forma singola o associata.

Requisiti necessari

- Avere sede legale o domicilio fiscale della propria attività nella città di Bergamo o, in alternativa, avere residenza nella città di Bergamo, nel caso di persone fisiche;
- Non avere presentato istanza di partecipazione per i Bandi Michelangelo e/o Raffaello

Entità del contributo
A fondo perduto fino a 5.000 € e prestiti d’impatto da 10.000 a 50.000 € in base al reddito dichiarato

Aree di intervento

  1. Adeguamento normativo legato alle prescrizioni e alle restrizioni COVID-19

  2. Organizzazione e servizi 

  3. Progetti di innovazione, anche sociale ed ecologica

  4. Interventi per la creazione di partenariati e per l’integrazione strategica tra professionisti

Periodo spese ammesse
Sono ammesse le spese effettivamente sostenute nel periodo compreso tra il 9 marzo 2020 e la data della rendicontazione finale delle attività, che in ogni caso non dovrà superare il 31 Dicembre 2021.

Presentazione della domanda
La domanda andrà inviata tramite la procedura online corredata da tutti gli allegati previsti.

Contatti
Per informazioni: dott. Diego Mazzoleni 035.4207161


SPESE INDEROGABILI FLASH

Soggetti beneficiari

- Solo x microimprese con sede nel comune di Bergamo, con registro imprese alla CCIAA attivo e concodice ATECO presente nell’allegato A (come da premessa 1 in aggiornamento) quindi attività chiusa al pubblico come da DPCM 3 novembre
- Contributo massimo a fondo perduto una tantum € 1.000
- Spese ammissibili maturate nel periodo 3 novembre 3 dicembre 2020:

  • Affitto e/o rate di mutuo

  • Telefonia, Internet, canoni di assistenza ICT, noleggio hardware

  • Spese condominiali

  • Energia, acqua e riscaldamento

  • Imposte e tasse locali (es.: TARI, COSAP, ...)

  • Servizi e quote associative (es.: commercialista, quota artigiani, CAF, ...)

  • Assicurazioni su immobili, attrezzature, mezzi, responsabilità civile

  • Contratti continuativi di servizi o forniture (es.: pulizia, manutenzioni, ...)

  • Pulizia e sanificazione locali, solo se funzionale alla riapertura dell'impresa

  • Automezzi utilizzati nell'impresa

Presentazione della domanda
Dal 16 al 30 novembre 2020 

Contatti
Per informazioni rivolgersi alla propria consulente fiscale presso Confesercenti Bergamo

 

BANDO MICHELANGELO (prorogata la scadenza)

Il bando Michelangelo è pensato per rispondere ai bisogni e alle necessità delle micro-imprese di Bergamo nel garantire nuovi standard di sicurezza e per consolidare e rilanciare le loro attività, mantenendone la competitività nel settore di appartenenza.

Attività finanziate
A. Adeguamento normativo propedeutico alla riapertura
I. Adeguamento strutturale
II. Gestione afflusso della clientela in rispetto alla normativa COVID

B. Riorganizzazione del modello di business per il mantenimento del fatturato
I. Crescita o consolidamento dimensionale:
II. Diversificazione di prodotti e servizi tramite il take away (asporto e/o ritiro della merce in negozio) e/o il delivery (consegna a domicilio)
III. Incremento delle transazioni digitali

Contributi erogati

  • Contributo a fondo perduto erogato da parte di Cesvi fino a un massimo del 50% delle spese previste dal progetto;

    - il minimo contributo a fondo perduto che può essere richiesto è pari a € 2.000

    - il massimo contributo a fondo perduto che può essere richiesto varia a seconda della criticità associata con il codice ATECO dell’impresa e non supera € 10.000.

  • Prestito d’impatto senza richiesta di garanzie erogato da parte di Intesa Sanpaolo previo esito positivo dell’istruttoria svolta da Intesa Sanpaolo

    - il minimo importo che può essere richiesto in prestito è pari a € 2.000

    - il massimo importo che può essere richiesto in prestito è pari a € 10.000

Requisiti
Possono essere ammesse al finanziamento le aziende che:

  • Sono micro-impresa ai sensi della normativa UE (Raccomandazione della Commissione Europea 06-05-2003, n. 2003/361/CE):- Si definisce microimpresa secondo la normativa comunitaria un’impresa che occupa meno di 10 persone

-     realizza un fatturato annuo oppure un totale di bilancio annuo non superiori a 2 milioni di euro

  • Ha una sede operativa nel Comune di Bergamo;

  • Ha la sede legale attiva e iscritta al Registro Imprese delle Camere di Commercio;

  • Non ha subito condanne penali o essere stata interessata da una delle misure del Decreto Legislativo del 18/04/2016 n.50, art. 80, comma 1 e 2.

Spese ammissibili
Sono ammesse le spese effettivamente sostenute nel periodo compreso tra il 9 marzo 2020 e la data della rendicontazione finale delle attività, che in ogni caso non dovrà superare il termine del 31 dicembre 2021.
Potranno essere documentate solo spese che non siano state oggetto di altri contributi pubblici.

Presentazione delle domande bando per le micro imprese
È ammessa una sola domanda per impresa. Non si può presentare domanda se è già stato richiesto un finanziamento nell’ambito del bando Raffaello. È possibile presentare la domanda fino alle ore 23:59 di domenica 28 febbraio 2021.

Contatti
Per informazioni rivolgersi alla propria consulente fiscale presso Confesercenti Bergamo


BANDO RAFFAELLO

Il bando Raffaello è pensato per rispondere ai bisogni e alle necessità delle micro imprese di Bergamo che vogliano un percorso di sviluppo e innovazione di medio e lungo periodo di impatto, ampliando, modificando e/o ripensando in modo significativo il proprio modello di business, anche al fine di determinare un cambiamento significativo, sul territorio.

Attività finanziate

A. Adeguamento normativo propedeutico alla riapertura
I. Adeguamento strutturale
II. Gestione afflusso della clientela in rispetto alla normativa COVID

B. Riorganizzazione del modello di business per il mantenimento del fatturato
I. Crescita o consolidamento dimensionale
II. Diversificazione di prodotti e servizi tramite il take away (asporto e/o ritiro della merce in negozio) e/o il delivery (consegna a domicilio)
III. Incremento delle transazioni digitali

B. Progetti di innovazione, anche sociale ed ecologica
I. Creazioni di prodotti e/o servizi innovativi
II. Realizzazione di iniziative finalizzate all’innovazione sociale
III. Interventi legati all’economia circolare, l’utilizzo e/o la promozione di soluzioni ecologiche ad alta sostenibilità ambientale

A. titolo esemplificativo:

• Preferenza per filiere locali
• Riparazioni e promozione del riuso
• Uso materiali riciclati
• Uso materiali ottenuti da fonti rinnovabili
• Logistica ottimizzata ed elettrica
• Diminuzione di consumi ed energie
• Sharing/condivisione di risorse, beni e servizi
• Adozione di sistemi di gestione ambientale

B. Interventi per la creazione di nuovi partenariati e per l’integrazione strategica tra imprese
I. integrazione verticale e/o orizzontale
II. creazione di partenariati e reti tra soggetti operanti in diversi settori
III. azioni e investimenti per la riorganizzazione del business

Contributi erogati

  • Contributo a fondo perduto erogato da parte di Cesvi fino a un massimo del 50% delle spese previste dal progetto

    - il minimo contributo a fondo perduto che può essere richiesto è pari a € 3.000

    - il massimo contributo a fondo perduto che può essere richiesto varia a seconda della criticità associata con il codice ATECO dell’impresa e non deve superare € 10.000

  • Prestito d’impatto senza richiesta di garanzie erogato da parte d’Intesa Sanpaolo, previo esito positivo dell’istruttoria svolta da Intesa Sanpaolo

    - il minimo importo che può essere richiesto in prestito è pari a € 3.000

    - il massimo importo che può essere richiesto in prestito è pari a € 50.000

Spese ammissibili
Sono ammesse le spese effettivamente sostenute nel periodo compreso tra il 9 marzo 2020 e la data della rendicontazione finale delle attività, che in ogni caso non dovrà superare il termine del 31 dicembre 2021.
Potranno essere documentate solo spese che non siano state oggetto di altri contributi pubblici.

Presentazione delle domande bando per le micro imprese
È ammessa una sola domanda per impresa. Non si può presentare domanda se è già stato richiesto un finanziamento nell’ambito del bando Michelangelo.
È possibile presentare la domanda fino alle ore 23:59 di domenica 28 febbraio 2021.

Contatti
Per informazioni rivolgersi alla propria consulente fiscale presso Confesercenti Bergamo

Allegati

blog comments powered by Disqus

ENTI DEL SISTEMA CONFESERCENTI