LE MISURE ECONOMICHE DI PRINCIPALE INTERESSE PER LE IMPRESE

LE MISURE ECONOMICHE DI PRINCIPALE INTERESSE PER LE IMPRESE

 

MISURE PER IL CREDITO E LIQUIDITA’ ALLE IMPRESE

 

DECRETO LIQUIDITA’: richieste di finanziamento al proprio istituto di credito o a Confidi linee di credito garantite dallo Stato a costo zero (linee di credito fino a 25.000,00 Euro; linee di credito dai 25.000,00 Euro fino a 800.000,00 Euro)

PACCHETTO CREDITO REGIONE LOMBARDIA: misura abbattimento pricing per operazioni di finanziamento (bando Unioncamere) e misura Credito Adesso per abbattimento tassi e finanziamenti.

MORATORIA FINANZIAMENTI: sospensione rata mutui da 6 mesi a un anno ai sensi del decreto Cura Italia o del Protocollo ABI/associazioni di Categoria.

Per informazioni Alessandro Angrisani Cell. 340.6768647 oppure mail: a.angrisani@conf.bg.it

MISURE FISCALI

CREDITO D’IMPOSTA PER AFFITTI BOTTEGHE E NEGOZI –credito d’imposta nella misura del 60% dell’ammontare del canone di affitto, relativo al mese di marzo.

STOP VERSAMENTI IMPRESE E PROFESSIONISTI - Per imprese, autonomi e professionisti con ricavi inferiori ad euro 50 milioni annui i versamenti in scadenza nei mesi di aprile e maggio relativi all’Iva, alle ritenute sui redditi da lavoro dipendente ed ai contributi Inps ed Inail sono rinviati al 30 giugno e potranno essere pagati in un’unica soluzione o in massimo 5 rate mensili. La sospensione opera a condizione che il fatturato dei mesi di Marzo ed Aprile 2020 sia diminuito per oltre un terzo rispetto a quello dei mesi di Marzo ed Aprile 2019.

STOP PAGAMENTI AGENZIA RISCOSSIONE  

- sospensione dei termini di versamento di tutte le entrate tributarie e non tributarie derivanti da cartelle di pagamento, avvisi di accertamento e di addebito, in scadenza nel periodo compreso tra l’8 marzo e il 31 maggio 2020. I pagamenti sospesi dovranno essere effettuati entro il 30 giugno 2020; 

    - sospensione delle attività di notifica di nuove cartelle e degli altri atti di riscossione fino al 31 maggio 2020;

    - differimento al 31 maggio 2020 della rata scaduta il 28 febbraio relativa alla “Rottamazione-ter” e della rata in scadenza il 31 marzo del “Saldo e stralcio

 

STOP TERMINI ADEMPIMENTI FISCALI – Sospesi per tutti gli adempimenti fiscali con scadenza tra l’ 8 marzo 2020 e il 31 maggio 2020. Fanno eccezione solo gli adempimenti legati alla comunicazione dei dati degli oneri detraibili e deducibili ai fini della precompilata.


STOP ATTIVITA’ DI ACCERTAMENTO E CONTROLLO
 - Sospesi i termini dal 8 marzo al 31 maggio di tutte le attività di accertamento, liquidazione, controllo, riscossione e contenzioso da parte degli uffici dell’agenzia delle entrate – agenzia riscossione.


STOP PROCESSI TRIBUTARI
 – sospesi i termini relativi ai processi tributari dal 9 marzo al 11 maggio


STOP RITENUTE PER PROFESSIONISTI ED AGENTI COMMERCIO 
– I professionisti, agenti di commercio e consulenti che hanno conseguito ricavi o compensi sotto 400mila euro non dovranno versare le ritenute d’acconto sui ricavi e i compensi percepiti fino al 31 maggio. I contribuenti che beneficiano della sospensione della ritenuta d’acconto dovranno versare l’ammontare dovuto entro il 31 luglio in un’unica soluzione o in 5 rate mensili.

Per informazioni dott. Diego Mazzoleni Tel. 035.4207161 oppure mail: d.mazzoleni@conf.bg.it

 

AMMORTIZZATORI SOCIALI

INDENNITÀ PER AUTONOMI – Indennità di 600 euro (non costituisce reddito) per il mese di marzo per i lavoratori autonomi, professionisti titolari di partita Iva, i co.co.co non titolari di pensione, i lavoratori dipendenti stagionali del settore turismo e degli stabilimenti termali, gli operai agricoli a tempo determinato non titolari di pensione e i lavoratori dello spettacolo.


MISURE SPECIALI IN TEMA DI AMMORTIZZATORI
 – Per i datori di lavoro sotto i 6 dipendenti cassa in deroga per un periodo massimo di 13 settimane. Per i datori di lavoro con più di 5 dipendenti assegno ordinario in deroga (FIS) per un periodo massimo di 9 settimane (in attesa di eventuale proroga governativa di altre nove settimane) previo accordo sindacale.

Per informazioni dott. Emanuele Spini Tel 0354207248 oppure mail: e.spini@conf.bg.it

 

ALTRE MISURE DI INTERESSE GENERALE


CREDITI D’IMPOSTA PER SANIFICAZIONE AMBIENTI DI LAVORO 
– Per incentivare la sanificazione degli ambienti di lavoro, per chi esercita attività d’impresa, arte o professione è riconosciuto, per il periodo d’imposta 2020, un credito d’imposta nella misura del 50% delle spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro fino a un massimo di 20.000 euro. Il credito d’imposta è riconosciuto fino all’esaurimento dell’importo massimo di 50 milioni di euro per il 2020.


STOP MUTUI PRIMA CASA 
– Via libera per un periodo di 9 mesi all’estensione della moratoria fino a 18 mesi prevista per i mutui prima casa anche ai lavoratori autonomi e ai liberi professionisti che autocertifichino in un trimestre successivo al 21 febbraio 2020 un calo, superiore al 33%, del fatturato dell’ultimo trimestre 2019 a causa della chiusura o della restrizione della propria attività per l’emergenza. Per l’accesso al Fondo non è richiesta la presentazione dell’Isee.


CONGEDO SPECIALE E VOUCHER BABYSITTER PER GENITORI 
– A partire dal 5 marzo per i genitori lavoratori dipendenti del settore privato e autonomi che si trovano a fronteggiare la chiusuradelle scuole in arrivo una forma di congedo parentale straordinario,per i figli fino a 12 anni di età, per un periodo continuativo o frazionato fino a 15 giorni, con un’ indennità pari al 50% della retribuzione o di 1/365 del reddito. Il limite di età non si applica in caso di figli con disabilità . Inoltre, i genitori dipendenti del settore privato con figli minori, tra i 12 e i 16 anni, hanno diritto di astenersi dal lavoro per il periodo di chiusura delle scuole, senza corresponsione di indennità ne’ riconoscimento di contribuzione figurativa, con divieto di licenziamento e diritto alla conservazione del posto di lavoro.


QUARANTENA EQUIVALE A MALATTIA 
– Prevista l’equiparazione dell’assenza per quarantena alla malattia, già prevista per il settore pubblico, anche per il settore privato.


DETRAZIONE 30% PER DONAZIONI 
– Per le erogazioni liberali in denaro e in natura, effettuate nell’anno e finalizzate a finanziare gli interventi per fronteggiare l’emergenza coronavirus arriva una detrazione pari al 30%, per un importo non superiore a 30.000 euro.

blog comments powered by Disqus

ENTI DEL SISTEMA CONFESERCENTI